“Non dovremmo permettere a nessuno di diventare ”indispensabile”. 
Non dovremmo permettere a nessuno di sconvolgerci in maniera eccessiva mente e cuore. 
Non dovremmo permettere a nessuno di entrare così profondamente nel nostro essere, di renderlo addirittura una parte di noi. 
Non dovremo permettere che qualcuno venga e si depositi proprio lì, in quel posto, io lo chiamo ”ripostiglio” in cui vi sono custodite una ad una tutte le cose più belle, le canzoni ascoltate in una notte d’estate, le parole sussurrate in un freddo novembre, i pensieri proibiti, i sorrisi tra la le lacrime, l’immagine di due occhi, nonostante il tempo,sempre così chiara, così vivida.Una volta che qualcuno entra lì e prende posto tra quelle cose, in quegli attimi di vita, si crea un nuovo spazio, si allarga il ripostiglio; 
prendono vita progetti, desideri, aspettative, e in queste c’è proprio lei, quella persona a cui abbiamo permesso di avvicinarsi, di esplorarci, quella persona a cui abbiamo affidato anche per un attimo la chiave per poter entrare. 
Quando una persona poi vi entra, è difficile che esca, è difficile poterla mandare via, automaticamente diventa cosa bella anche lei. 
Il problema però, sorge quando è questa che decide di andarsene, che decide che quello non è il suo posto. 

Allora a quel punto, non puoi trattenere con la forza chi non può, chi non vuole restare , ma devi lasciarla andare, devi prendere la chiave e lasciarla uscire, nonostante il vuoto che poi provocherebbe, nonostante in un secondo, tutto vada in frantumi, nonostante tu sappia che quel ”ripostiglio”, il tuo ripostiglio abbia perso tra tutte, la cosa più bella.”

(web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...