Riflessioni 

Da venerdì ad oggi mi sono passati per la testa un milione di dubbi. Su di me. Su di lui. Su di noi. 

Ieri mattina la decisione affrettata di prendere un trolley, buttarci dentro due cose e partire: direzione mare.

Non me lo sono fatto ripetere due volte. Avevo bisogno di staccare la spina del cervello e quella del cuore. Avevo bisogno di capire. 

Mi sono fatta mille domande e mi sono data mille risposte ma non ho trovato soluzione.

Tanti mi hanno detto: prenditi tempo. 

Lui non sa esattamente quello che vuole. Io sono dell’idea che “chi troppo vuole nulla stringe” 

Ho sperato nei colori del cielo e del mare. Dicendo a me stessa “il mare mi sarà d’aiuto” e non lo so se mi è stato d’aiuto oppure no…

Per lui tutto andrà bene e tutto ritornerà in armonia come prima. Forse. 

Io ho sempre un maledetto tarlo che mi corrode il cervello e che mi dice “un vaso rotto non lo aggiusti”. 

Quando il male che ti fanno capita una, due, …., infinite volte smetti di crederci.

Ma c’è sempre un piccolo cassetto nel tuo cuore, quello che custodisci segretamente, quello che apri quando vuoi rivedere i momenti nei quali sei stata felice, prendi la chiave e lo apri e ti ritrovi in mano solo sorrisi e gioia e ti chiedi è giusto mandare tutto a puttane? 

Poi la parte razionale spinge in modo preponderante e ti dice “cogliona quante volte vuoi stare male ancora? Venerdì come sei stata? Vuoi ritornare di nuovo così? Chi sbaglia lo farà sempre!”

E io non capisco più niente. E vorrei solo urlare a tutti di lasciarmi in pace. E vorrei solo stare di nuovo bene. Invece di soffermarmi a pensare al dolore. Ci eravamo detti che non avremmo più litigato ma è bastato un attimo, giusto il tempo di voltarmi dall’altra parte e tutto è tornato come prima. E mi dice “tranquilla andrà meglio”. Ci metto speranza ma la fiducia non so più dove sia andata. Non so nemmeno se tornerà. Me lo auguro. 

Buona vita a me (ne ho bisogno)

©barbame 

Annunci

Un pensiero riguardo “Riflessioni 

  1. Molto bello ed intenso. qualcosa che fa parte di ognuno di noi. Il dolore, un pensiero, la malinconia e la speranza che mai muore. Un augurio a noi stessi per poter andare avanti al fine di trovare la vera strada, quella più giusta e tanto attesa. Ma a volte credo sia indispensabile “mandare tutto a puttane” come hai detto bene tu. Perché quando si arriva a domande del genere, forse è arrivato il momento di farsene anche delle altre.
    Un abbraccio

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...