(Da “un bacio in sospeso”)

“Sentiva ancora sul viso la carezza soffice dei suoi scuri capelli lisci. Vedeva ancora l’eleganza e la sottile dissolutezza delle sue caviglie affusolate, le calze nere, le scarpe col tacco, la gonna appena sopra le ginocchia, le mani che avrebbe voluto tenere sul proprio petto, lo smalto rosso, la particolarità del suo viso: nessuna lacrima avrebbe mai potuto estirpare il sorriso da quegli occhi neri e immaginifici. E quelle labbra carnose che avrebbe voluto mordere! Quanta frustrazione, quanto desiderio, quanta voglia di sentire il peso del suo seno nelle mani, di stringerla e tormentarla, di leccarle ogni segreto, ogni respiro. La pelle invocava la pelle di lei. Il cuore bramava il battito del suo cuore. La bocca mordeva l’aria in cerca delle sue labbra, della sua saliva che sola lo avrebbe dissetato.”
Un bacio in sospeso – Les Flaneurs Edizioni

Luigi Mancini 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...