Gin…. e Ginevra

Ginevra cantava quand’era felice, Ginevra ballava.Ginevra fumava sorridendo e si scottava la bocca perché tirava troppo a fondo. Ginevra non si innamorava mai, ma faceva innamorare. E amava quell’amore.

Ginevra, non è colpa tua se sei nata con quegli occhi.

Con quelle labbra.

Con quella risata. 

Con quelle gambe.

Puoi solo goderti la notte finché hai 20 anni, puoi solo ballare, puoi solo sorridere.

Gin, ubriacati di te stessa fintantoché puoi.

Non piangere. Non arrabbiarti.

Ti innamorerai Ginevra, ma dovrai continuare ad essere il tuo stesso alcool.

Quando accadrà, però, condividiti.
Bere senza brindisi è per chi sa condividersi solo con il barman. 

Ed è triste, Gin.
Ed è solo, Gin,

e non è solitario.
Brinda.

Ama.

Ubriacati.
· Francesca Alleva

Annunci

2 pensieri riguardo “Gin…. e Ginevra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...